Studi ed attività musicali

1994
Comincia la sua attività di percussionista etnico in numerosi gruppi.
1995-1996
Studia per due anni i ritmi tradizionali dell’Africa occidentale con il percussionista senegalese Badara N’Diaye.
1996
Studia le tradizioni musicali cubane con Giovanni Imparato, dedicandosi principalmente allo studio delle congas e dei batà, sviluppando nozioni del solfeggio ritmico e tecniche di trascrizione qualitativa.
1999-2000
Studia a Cuba i ritmi della musica popolare con Rafael Moràn e del folklore “afrocubano” e “afrohaitiano” con Justo Pelladito, Andrés Chacòn, “Cha Cha” Guere, Carlos Aldama, facendo esperienza dell’aspetto religioso e rituale connesso a tali pratiche.
2001
Studia nei Paesi Baschi la percussione tipica (la txalaparta) con il maestro Jexux Artze.
Inizia l’attività di insegnante presso alcune scuole di musica romane
Studia i ritmi della tradizione brasiliana con Stefano Rossini.
Collabora ad attività di “DanzaMovimentoTerapia” presso alcune scuole elementari, lavorando assieme a musicoterapeuti. Nel 2004 un suo lavoro nelle scuole elementari vince il premio « InConSuPerFRaTra » del Comune di Roma.
Fonda il progetto ¡Cuidado! e coordina lo spettacolo Un cuore per tamburo.
2003
Studia canto con il mezzo soprano Rosanna Rossoni.
Partecipa a due conferenze presso l’Accademia Nazionale dei Lincei (« Musica in viaggio : dall’Africa all’america e ritorno. ») e l’Università degli studi di Roma “La  Sapienza” (« I tamburi batà della santerìa cubana »).
2004
Tiene una conferenza su « La musica nei rituali di origine africana a Cuba » presso l’Università di Roma « La Sapienza ».
Compone ed esegue la colonna sonora del cortometraggio “Fai correre il dottore”, per la regia di Slaven Rogosic, promosso dalla Scuola Nazionale di Cinema. Frequenta un seminario dal titolo « workshop organico », tenuto da Nanà Vasconcelos. Partecipa allo spettacolo teatrale « Decameron », tenutosi a Corciano dal 5 al 12 agosto.
2005
Partecipa allo spettacolo teatrale «Romeo e Giulietta», in scena a Roma  dal 30/3 al 9/4 (Teatro India)
Tiene una conferenza intitolata «La musica nei rituali religiosi a Cuba» presso l’Università di Roma «La Sapienza», Facoltà di Lettere, Sala Odeon.
Frequenta uno stage di approfondimento dei ritmi della tradizione Malinke (Guinea), tenuto da Billy Nankouma Konaté il 28 e 29 ottobre nel c.s.o.a. Auro e Marco.
Inizia un tirocinio di orientamento presso la Discoteca di Stato, occupandosi di catalogazione, digitalizzazione e promuovendo attività di scambio discografico con archivi musicali brasiliani.
2006
Nel mese di febbraio si reca in Brasile, dove può documentare le musiche e le danze dei principali centri musicali del paese: Salvador de Bahia, Recife, Rio de Janeiro. In questo periodo ha modo di assistere ad alcuni rituali del candomblé, prendere alcune lezioni di percussioni e instaurare contatti con importanti realtà folkloriche e istituzionali per la diffusione delle tradizioni afro-brasiliane. Tornato in Italia, costituisce in breve tempo la banda itinerante Caracca.
Frequenta un secondo stage con Billy Nankouma Konaté.
2007
Frequenta un seminario di samba e choro tenuto da Stefano Rossini e Gianluca Persichetti presso l’Accademia Romana di Musica.
Partecipa allo spettacolo “The J. Phino Show” con l’attore comico Gianfranco Phino, in scena a Roma al Teatro in Portico il 3 e 4 febbraio
Nei mesi di agosto e settembre si trasferisce in Brasile per un viaggio di studio sulle musiche e le danze dello stato del Pernambuco. A São Paulo studia al Teatro Brincante, diretto da Antonio Nobrega, dove segue corsi di danza, percussione, formazione per educatori, studiando con Rosane Almeida, Estevão Marques, Otàvio Bastos. Studia zabumba (percussione tipica) con Eder “O” Rocha. A Recife studia danza con Helder Vasconcelos, Pedro Salustiano, Hilson Olegario, Peterson Maia. Studia percussioni nei gruppi di maracatù Portorico ed Estrela Brilhante e con il gruppo Coco de Umbingada. Assiste ad un rito di xangò (candomblè pernambucano) e documenta i ritmi e le danze di questa tradizione religiosa. Si reca nell’entroterra: ad Arcoverde documenta una dimostrazione di reisado, del gruppo Encanto de Caraibas e prende una lezione di samba di coco dal gruppo Coco Raizes; a Nazarè da Mata documenta una festa di maracatù rurale del gruppo Cambinda Brasileira, a Caruaru conosce il musicista Tavares da Gaita. Stabilisce relazioni di scambio con la Fundaçao Joaquim Nabuco e con l’archivio etnomusicologico dell’università dell’UFPE. In questi due mesi conosce i seguenti stili musicali e pratiche folkloriche: maracatu, afoxè, coco, ciranda, frevo, cavalo marinho, bumba-meu-boi, jongo, reisado, caboclinho, forrò, xote.
2008
Frequenta il seminario di teatro-danza "L'Essere Scenico", tenuto da Michele Abbondanza.
Partecipa al laboratorio di samba carioca tenuto da Boca Rum, ritmista della Escola de Samba Mangueira.
Partecipa ai laboratori di percussioni africane di Mamady Keita e Bruno Genero, ad Arquà Polesine dal 29/5 al 2/6.
E' tra i fondatori del Bloco de Roma, un gruppo che riunisce i percussionisti delle maggiori scuole di samba romane. Per il Bloco cura l'attività didattica.
Registra il primo cd-demo della Caracca, che unisce ritmi del nordeste brasiliano a canti originali in romanesco.
2009
Si reca per tre mesi in Brasile, viaggiando negli stati di Pernambuco e Maranhao. Partecipa a diverse prove di maracatù rurale. In seguito scrive un articolo per il libro della fotografa brasiliana Barbara Wagner. Partecipa alle prove del gruppo Leao Coroado, documentando le preparazioni per il carnevale. In questi mesi si inserisce all'interno delle realtà rurali di maracatù, ciranda, samba di coco, cavalo marinho. Nel Maranhao visita un quilombo, partecipando a una festa di tambor de crioula. Partecipa a Sao Luis a un laboratorio di percussioni maranhensi, dove apprende diversi stili del boi-bumba, i ritmi della festa do divino espirito santo, carcurià, caroço.
I suoi racconti di viaggio sono consultabili on-line: Pernambuco Maranhao Ritorno in Pernambuco
2010
Frequenta un seminario di canto difonico con il M° Tran Quang Hai a Roma.
Frequenta uno stage con Famoudou Konate a Venezia.
Partecipa al I° Festival del Pensiero Emergente, a Napoli, con un intervento intitolato "Le forze del Rito. Dalla disposizione rituale al desiderio della Posizione".
Organizza per i suoi allievi uno stage di percussioni mandingue a cura di Ahmed Fofana.
2011
Frequenta un workshop di percussioni tradizionali malinke tenuto da Famoudou Konaté.
Presenta una serie di progetti didattici per le scuole medie e inferiori, ottenendo il patrocino del XIX e del XIII municipio del Comune di Roma.
2012

Partecipa a un laboratorio di pandeiro tenuto da Sergio Krakowski.
Partecipa a un laboratorio di pandeiro tenuto da Scott Feiner.
Frequenta lo stage di “Tamburello Totale” tenuto da Andrea Piccioni.
Organizza uno stage di maracatu tenuto da mestre Chicote, direttore del gruppo carioca Rio Maracatu.
A giugno esce il suo primo disco Dagli e dagli... (HisTricks Records), un tributo caleidoscopico alle tradizioni e agli stili musicali che ne hanno segnato la carriera. Su basi percussive rigorosamente arrangiate secondo stili tradizionali del nordest brasiliano - samba, maracatu, cavalo marinho, ciranda, galope - o variamente elaborate dalla fantasia dell'autore sconfinando nell'afrobeat e nella pizzica, si innesta un impianto musicale moderno, con basso, chitarra elttrica e fiati ad accompagnare canzoni che, ispirate da canti rituali e di lavoro di un continente lontano, ritrovano immediatamente la genuina spontaneità dello stornello romano. Inizia la promozione dell'album attraverso esibizioni dal vivo con la sua band; resenta i brani del disco in numerose trasmissioni radiofoniche; è ospite più volte di Max De Tomassi a Brasil (Rai Radio 1).
2013
Partecipa al Roma Samba Festival per uno stage di perfezionamento dello stile Samba Enredo.
Viene invitato a Cortina D’Ampezzo alla Festa de Ra Bandes, festival internazionale delle bande.
Partecipa al workshop intensivo RAP (Rhythmical Alchemy Playshop) di Arthur Hull, l’ideatore del Drum Circle.
Viene invitato ad Alcoi (Spagna) per il primo incontro del progetto di Maracatu Europeo, finalizzato a creare un gruppo di maracatu composto da percussionisti provenienti da tutta Europa.
2014
Viene invitato a Parigi, per il secondo incontro del progetto Maracatu Europa.
Viene invitato in Spagna per partecipare come insegnante all’incontro GREDRUMS, che ha coinvolto 300 percussionisti di circa 15 bande spagnole. In questa occasione ha presentato al pubblico spagnolo la sua didattica e alcuni arrangiamenti originali per bande itineranti.
2015
Partecipa come formatore al MARACATUTAMBE' (2° incontro di maracatus spagnoli) e come componente del gruppo Maracatu Europa.
Frequenta il workshop di Polifonie Afropean a cura di Anita Daulne, fondatrice delle Zap Mama.
Organizza l'incontro-gemellaggio con la banda Ta!Quirikita (Alcoi, Valencia).
Frequenta un workshop intensivo a Parigi con Shacon Viana (mestre di Maracatu Naçao Portorico) e Hugo Leonardo (mestre di Maracatu Naçao Leao da Campina).
2016
Viene invitato nell'organico del gruppo di improvvisazioni con segni QUILOMBO
Viene invitato nell'organico del gruppo di musica catalana TAMBOR BACANO
Comincia a collaborare come percussionista durante le pratiche di yoga in diversi centri olistici
Coordina e realizza la pubblicazione del disco: CARACCA 10 ANNI
Viene invitato, come artista e didatta, al BLISS BEAT FESTIVAL
Registra il disco della pratica yoga ROOTS RISE AND SHINE, a cura di Veronica Tamburella

 

 

 

Dal 1995 a oggi ha collaborato con molti gruppi e artisti internazionali, tra cui: Fiorella Mannoia,Tribù Acustica, Max Romeo, Radici nel Cemento, Laurel Aitken, Horace Andy, Starkey Banton, Luciano, Charlie Anderson, Dennis AlCapone, Fermin Muguruza, Torpedo, coro polifonico “L’Arlesiana”, Percezione Sesto Senso.

Ha suonato in importanti festival in Italia, Francia, Spagna, Belgio, Paesi Baschi e Grecia.




arimbomba

dagli e dagli
arimbomba
caracca